Ricky Martin è in attesa di un grande ruolo al cinema.

Di fatto l’hitmaker della hit Livin' La Vida Loca non ha più ricevuto offerte interessanti dopo l’ingaggio nella serie televisiva American Crime Story, intitolata “L'assassinio di Gianni Versace”, che gli è valso una nomination agli Emmy.

'Amo recitare', ha detto alla rivista People. 'Sto aspettando quelle sceneggiature, quelle grandi sceneggiature. Posso interpretare un gay, posso fare un etero, posso diventare un serial killer. Posso calarmi nei panni di un latino, ma posso anche diventare un europeo. Sono pronto. Dammi un’opportunità, amico. Dammela', ha continuato Ricky che ha ricevuto anche il plauso della critica per il suo lavoro nella serie poliziesca del 2018 di Ryan Murphy.

'Voglio solo attingere a tutto ciò che ha a che fare con la recitazione. Amo anche il teatro', ha precisato.

'Voglio raccontare una storia. Questo è quello che voglio. Voglio raccontare (una) storia importante e voglio cambiare il modo in cui le persone vedono la vita in generale verso un modo più ottimista (sic)'.

Martin, ha anche calcato il palco di Broadway in passato con le esibizioni in “Les Miserables” ed “Evita”.

La sua omosessualità tuttavia è stata oggetto di polemiche nel mondo della musica.

'Mi ha davvero colpito. Mi chiedevo: “Sto davvero affrontando questo problema? Non suonano la mia musica in questo paese perché sono gay? Sta succedendo davvero? Parliamo di quattro anni fa. Questo dirigente non lavora più per la casa discografica. È stato licenziato. Ma l'ho sentito. Mi ha colpito duramente. Non so se non otterrò parti cinematografiche perché sono gay. Ma se è così, è davvero triste. Continuerò a lavorare finché la vita non sarà diversa'.

LATEST NEWS