Nuove pesanti accuse di abusi sessuali ai danni di Marilyn Manson.

Dopo la denuncia dell’ex fidanzata Evan Rachel Wood, a farsi avanti e stata Esmé Bianco, nota per aver interpretato Ros in 'Game of Thrones'.

Come riporta TMZ, che ha ottenuto le carte legali, l’attrice ha accusato il rocker di averla drogata, torturata e, infine, stuprata.

Gli abusi sono iniziati nel 2005, quando Esme figurò nel videoclip del brano “I Want to Kill You Like They Do in the Movies” dell’artista metal.

Manson, secondo il racconto della oggi 38enne, le avrebbe somministrato droghe e alcol, minacciandola di picchiarla e violentarla, oltre ad averla legata a un inginocchiatoio e averle inferto delle scosse elettriche.

Due anni dopo, Esmé inizio una relazione prevalentemente sessuale con Marilyn, interrotta nel 2011 a causa dei continui abusi.

L’attrice racconta come una volta Manson la insegui per casa con un’ascia, mentre in un’altra occasione il controverso rocker le avrebbe inferto delle ferite con un coltello durante un atto sessuale e fotografato i tagli, senza il suo consenso.

'L’ha sculacciata, morsa, tagliata e frustata su natiche, seni e genitali per la propria gratificazione sessuale', emerge dalla denuncia.

Manson e attualmente indagato a Los Angeles per violenze domestiche, dopo le scioccanti rivelazioni di varie donne, tra cui l’ex fidanzata Evan Rachel Wood.

'Mi ha fatto il lavaggio del cervello, mi ha manipolata per sottomettermi a lui - ha scritto su Instagram la star di 'Westworld' -. Sono stufa di vivere nel timore di ricatto o rappresaglia. Sono qui per accusare quest’uomo pericoloso e l’industria che l’ha sempre difeso e protetto, prima che possa rovinare altre vite. Sono dalla parte delle vittime che non vogliono più restare in silenzio.

Dopo le accuse, Manson e stato scaricato dalla sua casa discografica e licenziato da vari show televisivi.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS