Fiorello ha bocciato l’idea di presentare anche il prossimo Sanremo, ma non esclude l’ipotesi di esserci in gara come cantante.

I picchi di ascolto straordinario raggiunti quest’anno dalla kermesse, hanno spinto la direzione Rai a chiedere allo showman e Amadeus un bis per il prossimo anno. Opportunità su cui il conduttore di Soliti Ignoti sta ancora riflettendo, ma che Fiore ha già declinato.

'Non lo farò mai da presentatore, mi snaturerei. Ma non escludo di tornarci come cantante in gara per la libidine di fare tre minuti a sera e respirare l’atmosfera senza fare l’ospite. Canto e vado al ristorante a seguire il Festival', anticipa Fiorello nella sua intervista a La Repubblica.

La presenza del mattatore sul palco dell’Ariston è stata fondamentale e le sue gag verranno ricordate a lungo.
'Ho fatto di tutto: sono uscito come prete, come De Filippi, come coniglio e De Filippi insieme, ho inseguito Morgan che inseguiva Bugo che inseguiva Morgan. Un festival irripetibile. Anche se lo facessimo di nuovo io e Amadeus, replicare le stesse sensazioni sarebbe impossibile'.

Nel corso della sua lunga carriera, Fiorello è comparso anche sul grande schermo, rivelando il suo charme ne 'Il talento di Mr. Ripley' e 'Passione' ma rifiutando infine di lavorare a Hollywood.

'Non m’interessa avere più successo di quello che ho - assicura -. Sanremo mi va benissimo.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS