A molti l’ingresso di Ghali a Sanremo ha fatto venire un vero colpo.

Il superospite della kermesse si è presentato sulla scalinata dell’Ariston il 7 febbraio, e invece di procedere con un’entrée dinoccolata è rovinosamente caduto giù per le scale.

La gag è durata pochi secondi, il tempo di capire che il ragazzo steso sulle scale era in realtà uno stuntman, mentre quello corso a soccorrerlo con una maschera in viso era il 26enne originale, senza un graffio.

Giorni dopo l’esibizione, dove il cantante ha presentato al Festival il nuovo album di canzoni inedite 'DNA' in uscita il 20 febbraio, Ghali spiega su Instagram perché ha inscenato la caduta sulle scale di Sanremo.

'Quante volte ho immaginato di cadere e quante volte è successo in questo ultimo periodo', scrive Ghali su IG.

'Nell’ultimo anno ho passato forse uno dei momenti più vuoti della mia vita nonostante avessi tutto - condivide il cantante -. Ho avuto il bisogno di vederlo rappresentato sulle scale di uno dei palchi più importanti in Italia per realizzare cosa significasse davvero cadere davanti a tutti'.

Come altri artisti in gara, l’autore di 'Good Times' ha scelto infatti di indossare una maschera.

'La mia di maschera era pitturata perché so che solo l’arte può rialzarmi - spiega - Sto preparando il resto dello spettacolo e non vedo l’ora di metterlo in scena al Fabrique a Maggio. Ogni volta mi stupisco quanto sia incredibile l’arte. Ho capito che cadere è umano e ho voluto reagire come facevo da piccolo, quando continuavo a riaprirmi le croste senza capire quale fosse il passo falso, perché in fondo cadere non era così grave'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS