La pandemia ferma 'Going Electric', il film sulla vita di Bob Dylan con protagonista Timothée Chalamet.

Il direttore della fotografia, Phedon Papamichael, ha rivelato a Collider che il regista James Mangold ha chiuso il set del biopic sul musicista, a causa della seconda ondata del Covid-19, che sta mettendo in ginocchio industria cinematografica.

'Stavamo per girare un film su Bob Dylan con Mangold', ha dichiarato, prima di aggiungere: 'Ma non è andata'.

Si tratta del terzo progetto di Papamichael ambientato negli anni Sessanta, dopo 'Le Mans '66 - La grande sfida' e 'Il processo ai Chicago 7'.

'Going Electric' era incentrato sul passaggio dell’icona della musica mondiale dal folk al rock ’n’ roll, quando Dylan destò scalpore all’epoca della transizione dalla chitarra acustica a quella elettrica.

Il progetto non è però da considerarsi archiviato. 'Non penso che sia morto, ma è un film troppo difficile da realizzare nell’era del Covid, essendo ambientato in piccoli club con costumi dell’epoca per cui servirebbe tanto lavoro di trucco e parrucco', ha spiegato Papamichael.

Per prepararsi al ruolo, Timothée aveva recentemente dichiarato di aver iniziato a leggere l’autobiografia di Dylan, di aver affittato una casa a Woodstock e di aver iniziato delle lezioni di armonica e chitarra.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS