Britney Spears ha chiesto a un giudice di rendere noti una serie di documenti, compresi quelli riguardanti la sua cartella clinica.

Scelta tuttavia contestata dal padre della cantante, Jamie Spears, che mette in dubbio la capacità mentale della figlia di comprendere 'le conseguenze' della sua richiesta.

Secondo TMZ, pur di mantenere i file secretati, il 68enne ha chiesto ai funzionari del tribunale di stabilire che la cantante abbia davvero 'la capacità di comprendere le conseguenze della sua rinuncia'. Spiegando che le finanze di Britney sono 'inestricabilmente intrecciate' con gli aspetti personali della sua tutela e rendere pubblici alcuni documenti potrebbe esporre informazioni mediche sensibili.

La deposizione di Jamie arriva pochi giorni dopo che l'avvocato di Britney ha rilasciato una dichiarazione in cui negava che ci fosse qualcosa da proteggere dal pubblico.

'Britney sostiene che non ci siano problemi medici o questioni delicate con i suoi figli da proteggere, quindi non c'è motivo di mantenere segreta l’udienza', spiega l'avvocato.

Aggiungendo: 'La stessa Britney si oppone con veemenza a questo tentativo di suo padre di tenere la sua lotta legale nascosta nell’armadio, facendola passare come segreto di famiglia'.

Britney ha recentemente suggerito al genitore di lavorare a fianco dei funzionari della Bessemer Trust Company, dando all’organizzazione di gestione finanziaria la procura per controllare i suoi affari.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS