Elettra Lamborghini si è scagliata contro gli esperti di musica che hanno stroncato il suo nuovo brano “La Isla”.

La hit estiva è una collaborazione nata dall’ereditiera con Giusy Ferreri, che in pochi giorni ha già invaso le frequenze radiofoniche. Tuttavia, il sito InfoMusica ha bocciato la hit con un secco 2 in pagella.

'Sapete solo sminuire, non ne avete per NESSUNO… casualmente i pezzi che non si in*ula nessuno (scusate il francesismo) sono da lode… invidia?! Boh! Siete i critici della sagra della salciccia', ha scritto Elettra Lamborghini su Twitter, con una punta di veleno.

'E non parlo di Nek (che nell’articolo è stato premiato), lui lo adoro. Sottoscrivo perché la gente non capisce mai niente e fraintende… mi riferisco proprio ai pezzi che fanno oggettivamente e musicalmente cagare'.

InfoMusica ha riservato lo stesso trattamento a Baby K e Chiara Ferragni, che settimana scorsa hanno lanciato la loro hit 'Non mi basti più'.

Questa era stata la critica del sito: 'Ecco, con Baby K e Elettra Lamborghini è la stessa cosa: “Cosa ci fanno queste nella musica?”. Stessa sensazione di inadeguatezza. Peccato che nel mercato discografico odierno – con la musica trasformata in marketing (e la presenza della Ferragni nel brano di Baby K ne è l’emblema) – la situazione, rispetto al calcio, si ribalti: le “pippe” a giocare comode per il vertice, la qualità costretta a guardare dalla panchina. E peccato per Giusy Ferreri: una potenziale Juve (pensate a brani come “Stai fermo lì” o “La scala”) che si comporta da Genoa, considerata l’etichetta – che ha voluto cucirsi addosso – di cantante solo da tormentoni'. Promossi dal sito, invece, i Canova, Danti feat. Raf e Rovazzi, Nek e Gue Pequeno.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS