Taylor Swift lancia un appello affinché venga salvato dal fallimento uno degli storici luoghi della comunità gay.

Il The Stonewall Inn (New York) è il bar in cui ebbero luogo le celebri rivolte del 28 giugno 1969, data simbolica che ha segnato la nascita del movimento LGBT.

Anche il locale è stato investito dalla crisi economica provocata dal coronavirus, e, senza un aiuto concreto, la chiusura sarebbe inevitabile.

'Stonewall Inn è stato un simbolo di ribellione contro l’oppressione e un posto considerato sicuro per molte persone', ha scritto la cantante 30enne sui social network.

I gestori hanno lanciato una raccolta fondi su GoFundMe, spiegando: 'Le nostre porte sono rimaste chiuse per oltre tre mesi per assicurare la salute, la sicurezza e il benessere dei nostri clienti, del nostro staff e della nostra comunità'.

'Ma siamo di fronte a un futuro incerto e abbiamo bisogno del sostegno della comunità. La strada per risalire dopo la crisi del Covid-19 sarà lunga e abbiamo bisogno di voi per salvare questo pezzo di storia vivente per la comunità LGTBQ'.

Oltre a Taylor hanno risposto all’appello altre star come Kesha, Cynthia Erivo, Katy Perry, Luke Evans e Nico Tortorella.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS