La moglie di Chris Cornell, Vicky Cornell, trascina i Soundgarden in tribunale. La vedova del rocker, deceduto nel maggio del 2017, richiede i mancati pagamenti equivalenti a diverse 'centinaia di dollari' che a suo avviso le spetterebbero 'indisputabilmente'.

Come riportato dal sito TMZ, sono ben 7 i brani inediti i cui diritti 'apparterrebbero esclusivamente a Chris, contengono la voce di Chris, e rientrano nella sua eredità'.

Ma gli altri membri della band non sono d’accordo.

'(Abbiamo, ndr) Lavorato a questi file in un modo collaborativo', leggono i documenti ufficiali ottenuti dal website.

In particolare la Cornell punta il dito contro Kim Thayil, il chitarrista dei Soundgarden a suo avviso personalmente colpevole di aver bloccato l’uscita di nuova musica da parte del gruppo.

'Questo non è il modo in cui avrei voluto procedere', spiega la donna, 'Ma non mi farò mettere i piedi addosso da qualcuno per convenienza. Farò giustizia a mio marito, al suo lavoro e alla sua memoria, per i nostri figli e per tutto ciò in cui abbiamo sempre creduto'.

I rimanenti membri della band non hanno ancora commentato la vicenda pubblicamente.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS