“Bittersweet” è il nuovo brano dei Deux Alpes, disponibile da venerdì 15 novembre su Spotify e tutte le princincipali piattaforme streaming. È invece da oggi 19 novembre disponibile il video suo YouTube.

I Deux Alpes sono un duo di musica elettronica di base a Milano. Il nome Deux Alpes è omaggio alla storica tappa di Grenoble del Tour de France 1998 vinta da Marco Pantani ma non solo. Quelle montagne hanno un significato metaforico molto importante a partire dall’ impresa eroica dei corridori che la scalano, una vetta, una cima, verso il cielo nonché un luogo di confine tra Italia e Francia. Il suono dei Deux Alpes ha una radice ‘80s, ma con riferimenti più netti presi dal decennio successivo, il tutto racchiuso all’interno di un’attitudine nel far musica che mischia identità e culture per non appartenere a nulla, marcando un territorio sonoro personale e riconoscibile.

L’evoluzione del pezzo chiarisce subito l’affinità del duo elettronico rispetto a sonorità ‘80s, soprattutto sul finale, definendo l’impronta stilistica dei Deux Alpes. Il cantato di Arua racconta in maniera piuttosto esplicita di un profondo disagio legato all’uso di sostanze e di un bisogno tale da far pensare a una vera e propria richiesta d’aiuto. Protagonista del video è un ragazzo che, inizialmente seduto all’interno di un grosso spazio industriale, quasi immobile, inizia d’un tratto a muoversi mano a mano che il pezzo acquisisce intensità. Cambio di scenario e cambi di luci fanno da sfondo a un ballo incontrollabile, quello che del protagonista, che esprime il bisogno impellente di sfogarsi ed esternare ciò che prova attraverso la danza, nei confronti di una società talvolta opprimente.

“Con il video volevamo esprimere due concetti forti e presenti nel pezzo. La prima l'esigenza del bello, della ritmica, dell'espressione corporea della musica. La seconda quella della difficoltà di essere se stessi quando esserlo non è gestibile in una società che ti impone certi standard.”

Tutte le strumentali sono state scritte e registrate dai Deux Alpes, la produzione è stata curata dagli stessi in collaborazione con Mattia Tavani, mix e master sono a cura di Jo Ferliga presso il TapeWave Studio di Milano. Il testo invece è stato scritto e intepretato da ARUA, giovane talento italo-brasiliano. La regia è di Enrico Recalcati e le riprese del video sono state realizzate da Francesco Crispi.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS