Piero Pelù ha realizzato una nuova canzone in duetto con Greta Thunberg.

La 16enne è un'attivista svedese per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico, salita alla ribalta col suo discorso alla COP24, vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutosi a Katowice, in Polonia.

'È una creatura scesa dalla luna, mi ha colpito quello che dice e la determinazione con cui lo dice', ha dichiarato Piero Pelù secondo Il Sussidiario.

'Ho preso il suo discorso di Katowice del 2018, è meno politicizzato di quello all’Onu'.

Per realizzare la traccia l’ex frontman dei Litfiba ha messo insieme la sua voce e alcune tracce prese dal discorso di Greta in Polonia, creando un effetto del tutto sorprendente.

'Sono molto soddisfatto del risultato. Il modo di parlare di Greta è molto vicino al rap. Come avesse una musicalità interna, tutta sua - afferma Pelù - . Il ritornello è rock, la mia voce a tratti gospel. C’è dentro anche il blues e l’elettronica. Semmai, posso dirle che io l’avrei voluta ancora più veloce. È stato Luca Chiaravalli che ha scritto il brano insieme a me e l’ha prodotto, a convincermi che andava un po’ rallentato'.

La hit sarà anche accompagnata da una clip: 'Avrei voluto inserire anche alcune sue immagini nel video, che ho girato io stesso e che sarà proiettato domani in anteprima al festival IMAGinACTION a Ravenna, ma non abbiamo ottenuto l’autorizzazione'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS