Jamie Spears non è più il tutore legale della figlia Britney Spears.

Ufficialmente per problemi di salute, Spears lascia il ruolo di gestore del patrimonio e degli interessi della diva del pop, assegnatogli nel 2007 in seguito all’esaurimento nervoso che aveva colpito la star.

I legali di Britney, la madre Lynn e l’ex marito Kevin Federline erano presenti in una sezione del Tribunale di Los Angeles per ascoltare la decisione del giudice, che, su richiesta degli avvocati della 37enne, ha invitato i giornalisti a lasciare l’aula.

Come riporta il The Blast, il ruolo che era di Jamie è stato temporaneamente assegnato a Jodi Montgomery.

Jodi avrà il potete di 'limitare le visite con ogni mezzo', e di gestire la servitù e la security di Britney, oltre a comunicare direttamente con i dottori su 'trattamenti medici, diagnosi ed esami'.

Jamie aveva firmato i documenti per rinunciare alla conservatorship la scorsa settimana, ufficialmente per 'ragioni mediche'.

Attualmente Spears è sotto indagine per violenza su minore: a fine agosto, avrebbe picchiato Sean Preston, figlio adolescente nato dal matrimonio tra Britney e Kevin Federline.

Proprio l’ex marito della star di Toxic ha chiesto e ottenuto un’ordinanza restrittiva contro Jamie, che ora dovrà tenersi alla larga dai nipoti.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS