Amadeus si è messo in moto realizzare la 70esima edizione del Festival.

Dopo l’annuncio ufficiale che lo ha eletto direttore artistico della prossima kermesse, il conduttore di Ravenna ha dapprima espresso tutta la sua emozione, poi ha scatenato ogni team a sua disposizione per dare via alla mega organizzazione che si nasconde dietro alle sfavillanti luci dell’Ariston.

'È fondamentale per la buona riuscita della manifestazione', spiega Amadeus a TV Sorrisi e Canzoni, anticipando anche il suo lavoro come giudice dei brani in entrata.

'Avrò centinaia di canzoni da ascoltare, sceglieremo quelle che potranno rimanere nella storia del Festival: saranno le migliori, scelte con la massima trasparenza. Conosco i discografici e sono sicuro che avrò la loro collaborazione: trovare canzoni forti farà bene a Sanremo e alla musica in generale'.

Ospite di punta della 70esima edizione del Festival sarà Fiorello, storico amico di Amadeus dai tempi del suo esordio.

'Abbiamo iniziato insieme le nostre carriere arrivando a Milano proprio negli stessi giorni: lui proveniva dai villaggi turistici e io dalle radio locali. Quando aspettavo di sapere se quest’anno avrei davvero condotto il Festival, Fiore mi chiedeva: “Com’è che tu sei tranquillo e io sono preoccupato?”. Ora gli ho detto: “Fiorello, una volta nella vita che faccio Sanremo non puoi non venire!”. Lui ha le chiavi dell’Ariston, può arrivare quando vuole e fare quello che vuole'. 

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS