Sta facendo discutere parecchio l’accusa di molestie sessuali che il ballerino Josh Kloss ha mosso nei confronti di Katy Perry.

Il giovane, che ha collaborato con la cantante al video di “Teenage dream”, ha raccontato che la popstar gli ha tirato fuori il pene ad una festa, davanti a diverse persone.

Un’accusa alla quale, almeno per il momento, Katy non ha replicato.

Intanto è accorso in sua difesa un altro ex collaboratore, l’attore Anderson Davis, protagonista del videoclip di “Thinking of You”, brano di successo uscito nel 2008.

'Sarei felice al 100% di difendere Katy. Ho letto le accuse che le sono state fatte. Posso raccontare la mia esperienza personale, che è super positiva. Katy è stata estremamente stimolante, dolce, cara, professionale sul set e nelle poche volte in cui ci siamo incontrati fuori dal set', ha scritto Davis su Instagram.

'Abbiamo realizzato un bellissimo video musicale e ho lavorato con alcune persone talentuose e fantastiche con le quali sono in contatto ancora oggi', ha aggiunto.

'Quello fatto da Kloss è un lavoro del tutto diffamatorio. Tutti sembrano così bisognosi di attenzione che non importa come possano ottenerlo, anche a costo di rovinare la reputazione di un’altra persona', ha sottolineato.

Al contrario di Anderson Davis, Josh Kloss ha ammesso di non essersi divertito per niente sul set con Katy Perry.

'È stato uno dei lavori più confusi, aggressivi e sottovalutati della mia carriera', ha assicurato.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS