Continua la battaglia personale di Ariana Grande contro le legislazioni anti-aborto in Atlanta, USA. La diva di 'Thank U, Next' si è esibita all’arena State Farm lo scorso 8 giugno, in un concerto che forma parte della sua tournée mondiale Sweetener World Tour. Nello Stato americano, in Georgia, così come in Louisiana e Alabama, la situazione relativa alle leggi sull’aborto è assai tesa.

'Ariana Grande ha fatto una generosa donazione in un momento molto critico', ha dichiarato la presidente della Planned Parenthood Leana Wen, intervistata da People. 'In Georgia e in altri stati del nostro Paese, i politici che non salvaguardano la salute delle donne stanno cercando di bandire le procedure di aborto sicure e legali'.

Le leggi in questione, se passeranno, proibiranno l’aborto nei casi in cui possa essere rilevato il battito cardiaco del feto. Ciò accade a circa 6 settimane dall’inizio della gravidanza.

'Questa non è l’America che la gente vuole', continua la Wen. 'Né ciò che la gente appoggia. Per fortuna ci sono persone come Ariana, così la Planned Parenthood può continuare a combattere. Nelle corti, nel Congresso, nei luoghi di Stato, nelle strade; per difenderci dagli attacchi pericolosi alla salute e alle vite delle persone. Siamo infinitamente grati a Ariana per il suo costante impegno e supporto in favore dei diritti delle donne e di Planned Parenthood. Non smetteremo mai di lottare, costi quel che costi!'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS