Una donna ha ricevuto minacce di morte dai fan di Beyoncé, in seguito alla diffusione di un video (ora diventato virale) che la raffigura al fianco di Jay-Z.

Nicole Curran, moglie di Joe Lacob, proprietario del Golden State Warriors, è stata ripresa dalle telecamere mentre chiacchierava a stretto contatto con il rapper durante gli NBA Finals, scatenando su di sé l’ira dei seguaci dell’ex star delle Destiny’s Child. In seguito a messaggi minatori, la Curran si è vista costretta a disattivare il suo account Instagram.

Beyoncé e Jay-Z erano sugli spalti per assistere al match tra i Golden State Warriors e i Toronto Raptors alla Oracle Arena di Oakland, California, quando improvvisamente Nicole ha osato “scavalcare” la cantante per parlare con il discografico, venendo fulminata da Queen Bey con uno sguardo.

Il video è stato condiviso su Twitter dal canale sportivo ESPN, facendo esplodere l’odio contro la donna.

'Rispetto Queen B. La adoro! Ho parlato due volte con suo marito stasera - ha scritto la Curran su Instagram, prima di chiudere l’account -. La prima volta per offrire loro dei drink quando sono arrivati, considerando che erano nostri ospiti. La seconda volta per spiegare il perché avessi dato a sua moglie una rosa da un fan. A tutto ciò è stata data un’interpretazione fuori contesto. Sono felicemente sposata. Mi state chiedendo di suicidarmi???? In qualche modo credo che neanche lei sostenga tutto questo'.

Dopo aver parlato con Nicole, la reporter di ESPN, Ramona Shelburne, ha twittato: 'Ho appena sentito Nicole Curran, la moglie del proprietario dei Warriors, Joe Lacob, sull’“incidente” con Beyoncé di ieri sera. Era in lacrime. Mi ha detto di aver ricevuto minacce di morte e ha dovuto disattivare il suo account Instagram per fermare questa spirale di odio'.

Nicole avrebbe detto alla giornalista: 'Non c’è nessuna ostilità. Stavo solamente cercando di fare gli onori di casa. Non avevo mai avuto esperienze di cyber-bullismo di questo tipo. Non riesco a credere che i nostri giocatori possano passare esperienze di questo tipo. E anche i nostri bambini'.

Beyoncé non ha risposto in prima persona alla controversia, mentre la sua pubblicista, Yvette Noel-Schure, ha condannato l’episodio sui social network: 'Conosco il vostro profondo amore (per Beyoncé; ndr) ma quell’amore va dato a ogni essere umano. Non porterà gioia alla persona che amate così tanto, se disseminate odio in suo nome. Vi vogliamo bene'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS