Durante il Festival di Cannes Selena Gomez ha chiesto un momento per riflettere su una cultura che ci rende schiavi dei telefoni.

In questi giorni la cantante è sulla Croisette con il cast de 'I morti non muoiono', di Jim Jarmusch. Il film di zombie con Bill Murray, Tilda Swinton, Adam Driver e Chloe Savigny che ha aperto il 72esimo Festival di Cannes.

'Penso che il nostro mondo stia attraversando un grande periodo di crisi', ha dichiarato Selena Gomez secondo Variety.

'Direi che per la mia generazione, in particolare, i social media sono stati davvero terribili. Mi fa paura vedere come sono esposti questi giovani ragazzi e ragazze. Non sanno quello che succede nel mondo, ed è pericoloso. Ma soprattuto penso che a volte le persone non ricevano le giuste informazioni'.

La Gomez ha più di 150 milioni di follower su Instagram, ma ha detto di aver imparato a essere selettiva su ciò che pubblica.

'Penso che a questo punto sia praticamente impossibile rendere il web sicuro. Sono grata di avere la piattaforma. Ma non faccio foto inutili. Mi piace usare i social con uno scopo preciso'.

Fra i temi hot di Cannes 2019, anche la necessità avere di più donne registe. Argomento su cui la Swinton commenta: 'Vorrei ricordarci che le donne hanno fatto film per 11 decenni', ha dichiarato l’attrice londinese.

'Ci sono molte pellicole firmate da donne. La domanda è: perché non ne siamo a conoscenza?'.

La 58enne ha spinto l'audience a essere più attenti sull’argomento: 'Ci sono potenziali fenomeni del cinema che non possono nemmeno pagarsi gli studi. Facciamo attenzione al nostro prossimo'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS