Francesco Renga è tornato alla ribalta. Il merito è del nuovo disco, l’ottavo in carriera, intitolato 'L’altra metà' dal quale ha estratto il brano presentato a Sanremo 'Aspetto che torni'.

'Quel brano mi ha fatto fare pace con la tematica dell’addio e dell’abbandono. Racconto di nuovi sentimenti, di mio padre in età avanzata, di mia madre scomparsa anni fa, per la prima volta mi sono visto come padre dei miei figli'.

Per scrivere i brani renga ha chiesto aiuto alla nuova leva cantautorale che annovera Ultimo, Gazzelle, Paolo Antonacci (figlio di Biagio), Danti, Di Martino, Leo Pari, Colapesce.

'Voglio rimanere collegato a un mondo che cambia, avere un linguaggio che si adatta a quello che gira intorno e che possa parlare anche ai miei figli. La scrittura di questi ragazzi ha influenzato il mio modo di cantare. Sono stato più asciutto e diretto, ho evitato di cantarmi addosso. Si compie il percorso iniziato nel 2014 con “Tempo reale”, quando mi resi conto che il linguaggio popolare era mutato. Ora spero di avere davanti altri 35 anni di carriera', spiega nell’intervista con Il Corriere della Sera.

Anche la vita privata dell’ex Timoria va alla grande dopo la separazione da Ambra Angiolini, con la quale ha condiviso undici anni di amore intenso e due figli. E a quelli che sperano ancora in un ritorno di fiamma lui assicura alla testata Grazia: 'È una follia'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS