Irama torna a parlare delle accuse di omofobia mosse da Vladimir Luxuria.

La polemica è di qualche giorno fa quando la politica transessuale ha denunciato una strofa del brano 'Stanotte', contenuta nel nuovo album del vincitore di Amici.

E in particolare il passaggio che cita: 'Voglio chiudermi in un bar, poi spogliarti sulla metro, fare a pugni con quel trans'.

Adesso la palla passa al cantante 23enne che ha già collezionato due dischi di platino e un tour sold-out appena concluso.

'Ci sono cose che non mi soffermo molto a commentare, ho dato una risposta dal punto di vista grammaticale. Ho detto una cosa, ed è uscita fuori una polemica da parte di una persona che evidentemente non ha capito la grammatica', dichiara Irama sulle pagine de Il Fatto Quotidiano, riferendosi all’attacco da parte di Luxuria per la presunta frase omofoba.

'Purtroppo in questo periodo sono stato molto bersagliato da questo tipo di polemiche un po’ semplicistiche, sono cose che vanno oltre la musica. Sia chiaro però non mi ritengo assolutamente vittima di niente', conclude Irama.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS