Justin Bieber dorme dentro una camera piena d’ossigeno, come mostrato di recente in un video postato tra le storie di Instagram.

A filmare il tutto la moglie Hailey Baldwin che ha aggiunto la scritta: 'Sogni d’oro amore'.

Nella storia successiva la modella chiude il sacco pieno di ossigeno dove dorme Justin: nel video appare la scritta 'dormire nell’HBOT', ovvero nell’Hyperbaric Oxygen Therapy Treatment (conosciuta in italiano con il nome di Ossigenoterapia iperbarica).

Nella sacca il cantante indossa una felpa con cappuccio e ha in bocca una sorta di bocchino.

Le camere d’ossigeno raddoppiano nel giro di un’ora la quantità di ossigeno presente nel nostro corpo.

Sono ottime per ridurre le infiammazioni, tanto che sono spesso usate dagli atleti dopo un infortunio.

Questo metodo è utile pure contro i i disturbi da stress-post traumatico.

Nessuno studio ha ancora dimostrato se ha qualche effetto sulla depressione, problema del quale sta soffrendo da qualche settimana Bieber.

Logan Poudel della compagnia OxyHealth ha rivelato a Page Six che queste camere d’ossigeno non hanno alcun effetto collaterale ma dopo due ore non regalano alcun beneficio.

A detta dell’esperto un’ora in questa sacca equivale a un pisolino di tre ore. Per questo tale metodo è ottimo anche per chi soffre di insonnia proprio a causa di ansia o stress.

Secondo Poudel Justin Bieber sta spendendo probabilmente circa 700 euro al mese per affittare la camera nella suite al Montage Hotel di Beverly Hills.

Prima di provare la camera d’ossigeno è necessaria la prescrizione di un medico.

Justin Bieber non è l’unica star ad aver provato questa tecnica: in passato lo ha già fatto Michael Jackson, che sperava di vivere 150 anni in questo modo.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS