Sta assumendo dei contorni sempre più scabrosi lo scandalo che ha travolto R. Kelly.

Il cantante di I Believe I Can Fly, su cui pendono ben 10 capi di imputazione per gravi reati a sfondo sessuale, è accusato di aver avuto dei rapporti con quattro ragazzine tra i 13 e i 17 anni, tra il 1998 e il 2010.

L’interprete era già stato accusato nel 2002 di pedo-pornografia, a causa di un sex tape in cui lo si vedeva urinare su una teenager dopo un rapporto sessuale.

Per insufficienza di prove, all’epoca dei fatti, la star venne scagionata.

Più recentemente è spuntato un altro video a luci rosse con protagonista Kelly, consegnato alle autorità giudiziarie.

Oggi, un cliente del famoso avvocato Gloria Allred sostiene di essere in possesso di una terza videocassetta, in cui si vedrebbe il cantante avere rapporti sessuali di vario tipo con diverse minorenni. Gary Dennis ha raccontato di non avere alcun legame con R. Kelly, ma di aver trovato il nastro per casualità. Il VHS è ora nelle mani del Procuratore dell’Eastern District of New York.

'Pensavo fosse la registrazione di un concerto di R. Kelly - ha dichiarato Dennis -. Poi sono rimasto scioccato e sorpreso: c’era R. Kelly, ma non in un concerto. Stava abusando sessualmente di alcune ragazze afro-americane'.

Kelly, intanto, è da poco uscito dal carcere, dove si trovava per non aver versato gli alimenti all’ex moglie Drea Kelly. Il cantante è stato scarcerato, in seguito al pagamento di una cauzione da 161mila dollari (143mila euro) da parte di un donatore anonimo.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS