Rihanna può dormire notti tranquille: lo stalker che si è introdotto nel suo appartamento, trascorrendo 12 ore al suo interno, è stato condannato a cinque anni di libertà vigilata.

Eduardo Leon ha evitato il carcere dopo essersi dichiarato colpevole dei reati che gli erano stati notificati. La sentenza è stata pronunciata nella giornata di ieri, 6 febbraio.

Come riporta il The Blast, l’uomo dovrà seguire un programma di recupero psicologico, studiato per criminali 'con problemi mentali, che fanno utilizzo di sostanze stupefacenti' o per i senzatetto.

In tribunale, Leon si è dichiarato colpevole di atti vandalici e resistenza a pubblico ufficiale. Decaduta invece l’accusa di furto.

L’uomo è stato arrestato nel maggio del 2018, quando a lanciare l’allarme fu l’assistente di Rihanna, che al momento del misfatto si trovava al Met Gala di New York.

A inizio settimana è andata peggio allo stalker di un’altra celebrità della musica pop, Taylor Swift. L’uomo, Roger Alvarado, è stato condannato a sei mesi carcere per essersi intrufolato nell’appartamento di New York della cantante 29enne, ad aprile. Sei mesi prima, Alvarado aveva tentato di rompere il portone d’ingresso a colpi di badile.

L’uomo, una volta uscito dal carcere, dovrà scontare cinque anni di libertà vigilata e seguire un programma obbligatorio di salute mentale.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS