I legali di Mariah Carey hanno un’altra rogna da sbrigare: la diva ha difatti denunciato la sua vecchia assistente, Lianna Azarian, a seguito di pesanti minacce. Secondo alcuni documenti ufficiali ottenuti dal TMZ, la donna avrebbe registrato dei video 'imbarazzanti' ad insaputa della cantante, ricattandola di renderli pubblici se non avesse versato sul suo conto la cifra di 8 milioni di dollari (circa 7.2 milioni di euro).

L’ex assistente è stata licenziata nel novembre del 2017, dopo due anni e mezzo di servizio. I video si troverebbero ancora nelle sue mani. Nel 2015, inoltre, dopo poco tempo dalla sua assunzione, avrebbe sperperato grosse somme di denaro in spese personali utilizzando la carta di credito della Carey.

La superstar di 'We Belong Together' ha da poco risolto un’altra faccenda legale, quella con Stella Bulochnikov, l’ex manager che appare anche nella sua docu-serie, 'Mariah's World'. La Bulochnikov ha accusato la 48enne della musica di non averle pagato tutte le commissioni che le erano dovute: una strabiliante somma che superava i 100 milioni di dollari.

Come riportato dal Blast, le due parti hanno recentemente raggiunto un accordo.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS