Kim Kardashian prende le distanze dalle recenti dichiarazioni sugli schiavi d’America, pronunciate dal marito Kanye West.

Durante un intervento su TMZ Live, il controverso rapper ha affermato come la schiavitù sia stata una 'scelta' degli afro-americani, suscitando sdegno tra fan e colleghi della musica.

In una puntata registrata del suo reality show, Al passo con i Kardashian, la socialite ha confidato all’amico Jonathan Cheban: 'Sono corsa a casa e ho pianto istericamente'.

'Non posso controllare quello che dice. A lui piace essere al centro dell’attenzione, lo fa sentire potente'.

Kim ha spiegato come Kanye non si sia nemmeno reso conto della gravità delle sue affermazioni, perché 'dice sempre stronz**** ed è per questo che lui è Kanye West'.

La 38enne ha poi ammesso di credere che le affermazioni del marito e padre dei suoi tre figli siano state travisate.

'Ho sempre saputo quali fossero le intenzioni di Kanye e quello che stava provando a dire, ma so anche che i giornalisti sono bravi a fare dei titoloni e che la gente facilmente prende tutto alla lettera - ha spiegato la Kardashian -. Non ha detto che la schiavitù è una scelta. Ha detto che si rischia di rimanere schiavi per altri 400 anni o stronz**** di questo tipo. Per me, in quanto moglie, è davvero frustrante assistere a questa gogna mediatica'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS