La terribile rapina a mano armata subita due anni fa a Parigi continua a tormentare Kim Kardashian.

Nella notte tra il 2 e il 3 ottobre 2016, la socialite, che si trovava nella capitale francese per assistere alle sfilate della Fashion Week, è stata legata, imbavagliata, bendata e minacciata con un’arma da fuoco da un gruppo di ladri, riuscito a introdursi nella suite del suo hotel e a sottrarle oggetti di informatica e gioielli del valore complessivo di 8.8 milioni di euro.

Kim è tornata a Parigi a giugno per prendere parte alle presentazione della nuova collezione Louis Vuitton spring/summer 2019, riuscendo a vincere le proprie paure.

In un episodio del reality show Al passo con i Kardashian, registrato in estate, il marito Kanye dice alla moglie: 'Non voglio metterti alcuna pressione per andare a Parigi. So che l’ultima volta è stato un trauma. Ma per la tua cultura, per il tuo essere Kim K, è importante che tu sia presente a questo show, dove ci sarà il primo stilista di colore a presentare una collezione per Louis Vuitton, l’uomo che è stato il mio testimone alle nostre nozze. Il mondo sogna di vederti lì'.

Kim ha prima dichiarato che 'ci avrebbe pensato su', per poi riflettere in una chat in solitaria: 'Voglio andare a Parigi per sostenere Kanye e Virgil, anche se l’ultima volta che sono andata ho vissuto un’esperienza orrenda. Ci andrò con cautela. Andare per un brevissimo periodo, forse, potrà aiutarmi mentalmente. Anche se non so cosa potrebbe succedermi'.

Al termine del viaggio, la Kardashian è tornata a parlare dell’episodio che le ha provocato il grave trauma. 'Non dimenticherò mai quello che mi è successo a Parigi. Nel bene o nel male. Anche le brutte esperienze hanno fatto sì che divenissi la donna che sono adesso. Ripensandoci, penso che tornerei per rimanere più tempo e sentirmi al sicuro e a mio agio'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS