Brutta avventura per Morrissey durante un concerto a San Diego. L’ex leader dei The Smith è stato aggredito sul palco da un gruppo di fan.

Il cantante si stava esibendo nella sua hit Everyday is Like Sunday al San Diego Symphony Hall, quando una piccola cerchia di spettatori lo ha raggiunto sul palco.

Uno di loro - come dimostrato da un video finito sulla Rete -, ha colpito in faccia il musicista, che ha abbandonato il palco senza mai farvi ritorno.

Non è dato sapere il motivo del colpo, né se il gesto sia stato involontario.

Morrissey ha cancellato un meet and greet con i fan, previsto al termine della sua performance.

Il ragazzo che ha colpito l’artista è stato immediatamente scortato dalla security e allontanato.

Non è la prima volta che Morrissey lamenta dei comportamenti violenti contro di lui.

Un anno fa, il rocker ha raccontato di essere stato minacciato con una pistola dalla polizia italiana, mentre si trovava a Via del Corso, nel pieno centro di Roma.

Secondo la ricostruzione del nipote, Sam Esty Rayner, Morrissey è stato attaccato da un agente, perché sprovvisto di documenti.

'È stato un deliberato atto di terrorismo da parte di un ufficiale - ha detto all’epoca dei fatti -. Non avevo infranto la legge o agito in maniera sospettosa. L’agente ha tirato fuori la pistola, urlava e me la puntava contro. Alcune persone sono venute a salvarmi'.

'Tutto ciò è successo all’esterno del negozio Nike, molta gente ha filmato questo folle poliziotto, chiaramente fuori di sé. Credo mi abbia riconosciuto e volesse spaventarmi. Ma io non ho ceduto, anche se temevo volesse spararmi. Metto in guardia tutti da questo agente pericolosamente aggressivo. Potrebbe uccidervi'.

LATEST NEWS