Rihanna e Puma sono stati denunciati in seguito al lancio della loro linea di abbigliamento Fenty University.

La compagnia fashion americana Freedom United Clothing ha infatti deciso di agire legalmente contro la cantante e il brand sportivo per avere utilizzato in maniera del tutto deliberata e non autorizzata le iniziali “FU”, violando un marchio registrato.

A destare più di un sospetto è il font utilizzato per la campagna, con le iniziali in stampatello e il nome per inciso del brand scritto nella parte sottostante.

I legali della Freedom United avevano già inviato una lettera di diffida a Puma nel gennaio di quest’anno, accusando Rihanna di aver infranto volontariamente le regole, poiché a conoscenza della preesistenza del marchio.

La Freedom United ha chiesto a Puma di ritirare immediatamente dal mercato abiti e accessori che riportavano il marchio “FU”.

I rappresentanti di Puma hanno respinto le accuse, dichiarando di non aver infranto il trademark e ribadendo che l’utilizzo di un determinato font non possa essere registrato.

Come riporta TMZ, i rappresentanti della Freedom United hanno deciso di andare avanti nella loro battaglia legale e chiederanno al giudice di disporre il ritiro della merce riportante l’acronimo “FU”.

Rihanna, che nel 2016 è stata nominata direttrice creativa per la linea, è ambasciatrice globale per il brand.

La superstella del pop ha presentato la sua prima linea Fenty x Puma nel 2016, in occasione della New York Fashion Week.

Quest’anno, RiRi ha inoltre lanciato una nuova compagnia di cosmetici, denominata Fenty Beauty e una linea di lingerie, Savage X Fenty.

Per il grande successo raggiunto nel mondo della moda, la 30enne diva è stata premiata con il Fashion Icon Award al Council of Fashion Designers of America Fashion Awards.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS