Kanye West non è bipolare.

Il rapper - che in estate aveva rivelato di essere affetto del disturbo della personalità -, ha 'ritrattato' nel corso della sua chiacchierata visita alla Casa Bianca di giovedì, 11 ottobre.

Il 41enne, infatti, ha dichiarato di aver ricevuto una diagnosi sbagliata, come confermato da un secondo specialista da lui consultato.

'Ciò che penso è che noi non abbiamo bisogno di sentenze, abbiamo bisogno di perdoni. Abbiamo bisogno di parlare con le persone', ha detto West al presidente americano Donald Trump, riferendosi alla sua battaglia per la riforma del sistema di giustizia penale e al miglioramento delle strutture di salute mentale. 'A me è stato diagnosticato un disordine bipolare. Sono stato in contatto con un neuropsichiatra che lavora con gli atleti della NBA e della NFL. Mi ha guardato il cervello… E io non sono affatto bipolare. Soffrivo di mancanza di sonno, che può provocare la demenza da ora a 10 o 20 anni. Non ricordavo nemmeno il nome di mio figlio'.

Kanye, presentatosi allo Studio Ovale con indosso il cappello con lo slogan “Make America Great Again”, ha poi parlato di politica, rivelando di essersi sentito completamente 'disconnesso' dalle proposte elettorali della democratica Hillary Clinton.

'Sono spostato e ho una famiglia che, come molti sapranno, difetta di energie maschili', ha dichiarato a proposito del clan Kardashian/Jenner. 'Anche se è bellissima'.

Con in testa il cappellino rosso della campagna del leader repubblicano, Kanye ha poi ammesso di sentirsi un 'super eroe'.

'Mi succede qualcosa quando indosso questo cappello, mi sento Superman! Hai creato un Superman! Il mio super eroe preferito. E tu hai fatto un cappello da Superman per me!', ha aggiunto rivolgendosi a Trump.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS