Per Ermal Meta è tempo di vacanze.

Dopo due anni e mezzo senza sosta, il cantante di origine albanesi ha confermato a Donna Moderna di essere ufficialmente entrato in pausa: questo vuol dire niente live, ma tanto lavoro per confezionare un nuovo album.

'Di canzoni ne ho già una ventina. E sto scrivendo un libro, una sorta di diario di riflessioni, di mezze poesie, testi che non diventeranno mai canzoni. In questo momento mi sto dedicando completamente ai live, il momento più importante per me', spiega Ermal Meta alla rivista.

'Però il prossimo anno mi prendo una pausa per riuscire a fare un disco in tempi più umani. Ogni brano e ogni idea si muovono e ho bisogno di tempo per capire che cosa c’è nella mia testa'.

Nella stessa intervista, il cantautore giunto in Italia nel 1994 da Fier, coglie l’occasione per lanciare un appello a Salvini.

'I confini esistono. Però so che esistono le persone prima dei confini, bisognerebbe dare una possibilità alla vita. Mi ha fatto male leggere alcune cose ultimamente. Non esiste un diritto di nascita più di un altro. Oggi c’è una parte del mondo che soffre e cerca di riscattare la propria esistenza, di non morire. Molti anni fa quella parte del mondo mi riguardava perché io c’ero dentro. Eppure le soluzioni non si vogliono trovare. Questa stagnazione del pensiero mi fa paura'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS