Eminem è finito nell’occhio del ciclone, in seguito alla scellerata scelta di riprodurre il suono di alcuni colpi di pistola al termine dell’esecuzione del brano Kill You, durante un festival tenutosi nel Tennessee sabato sera.

Le esplosioni sono apparse talmente realistiche tanto da aver scatenato il panico tra gli spettatori, che, terrorizzati, hanno cominciato a urlare e a scappare.

Al termine dello show, alcuni presenti hanno criticato aspramente il rapper sui social network.

'Odio doverlo ammettere, ma, da persona che soffre da anni di un disturbo post-traumatico da stress, è stato estremamente irresponsabile e di cattivo gusto far terminare una canzone con l’effetto sonoro di spari di pistola - ha dichiarato l’attrice Andrea Russett su Twitter -. Sono cresciuta con Eminem e la sua musica, ma ero talmente impaurita da essermi messa a piangere'.

'Sentire degli spari e vedere l’intera folla chinarsi e istintivamente coprirsi la testa con le mani non è stato né divertente, né carino, né piacevole. Questa è la triste realtà in cui viviamo. Non è divertente e nemmeno è qualcosa su cui scherzare'.

Eminem è stato difeso da alcuni fan, che hanno ricordato come in realtà il rapper di Detroit concluda da anni il brano con lo stesso effetto sonoro.

'Eminem conclude Kill You con l’effetto sonoro di alcuni spari da almeno sei anni e questa è la prima volta che qualcuno si lamenta', ha scritto un altro utente su Twitter.

Dopo la sparatoria a un festival di Las Vegas e l’attentato al concerto di Ariana Grande, per molti si è trattato di pura suggestione.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS