Il popolo dei social si dimostra ancora una volta insensibile, persino di fronte a una tragedia come la morte di Avicii, suicidatosi a soli 28 anni un mese fa.

I cosiddetti 'leoni da tastiera' hanno sfogato la loro frustrazione contro Tereza Kacerova, una delle ultime donne frequentate dal produttore discografico svedese.

Per i troll, la modella è da ritenere responsabile del gesto del DJ, che, in realtà, da anni soffriva di vari problemi di salute a causa dell’abuso di alcol e sostanze.

Tereza ha risposto alle insinuazioni, definendo gli hater delle 'creature vili'.

'Siete capaci soltanto a dire delle cattiverie - ha scritto la Kacerova -. Commenti come “Tim (il vero nome di Avicii, ndr) ha preferito fare il check-out perché era stanco di te” superano ogni limite. Dovreste vergognarvi per essere delle creature così vili'.

'Sto passando il periodo più terribile della mia vita. Sto affogando nella tristezza. L’ansia bussa alla mia porta due ore prima che apra gli occhi. Non conto più le volte in cui ho bevuto una birra prima di lavarmi i denti. Devo spiegare a mio figlio Luka che Tim continuerà a vegliare su di lui dal cielo, ma che non lo vedrà mai più'.

'Come potete pensare che sia accettabile la sola idea di rendere la mia vita ancora più dolorosa di quanto non lo sia già? Scrivendo: “Tim avrebbe voluto questo, Tim avrebbe voluto quello”. Innanzitutto nessuno di voi ha il diritto di chiamarlo Tim. Perché, per quanto io ne sappia, Tim non sapeva della vostra esistenza'.

'Tim era Tim per me. Per voi era Avicii. Se aveste conosciuto il vero Tim, sapreste che lui a quest’ora sarebbe disgustato dal vostro comportamento deprecabile. Sarebbe sconcertato. Non sapete proprio niente'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS