L’edizione 2018 di Sanremo riapre le porte a Beppe Vessicchio.

Il direttore d’orchestra, che lo scorso anno non aveva partecipato alla kermesse scatenando una calda polemica, a febbraio salirà nuovamente sul palco dell’Ariston per condurre due artisti italiani: Mario Biondi e Elio e le Storie Tese.

'Nessuno degli artisti in gara mi ha contattato', aveva premesso Beppe Vessicchio a Spy, prima di ricevere le due nuove proposte.

'Avevo presentato alcuni cantanti, ma non sono rientrati nella rosa finale. Non sono io a non volere andare al Festival'.

In seguito la situazione è rapidamente cambiata, permettendo al 61enne di riprendere il suo posto sul palco dell’Ariston.

'Claudio Baglioni ha dato i nomi sabato 16 dicembre e il lunedì successivo mi hanno chiesto: “Andrà a Sanremo?”. Ho risposto: “Se mi chiamano ci vado, se non mi chiamano, sparisco. Non voglio trovarmi come l’anno scorso nel mezzo di una questione e di un polverone creato da altri”. Dopo qualche giorno dal famoso sabato mi arrivarono due gradite chiamate. La prima della Sony per conto di Mario Biondi con cui ho già lavorato e la seconda da parte di Elio e le Storie Tese. E francamente questa telefonata me l’aspettavo perché ho seguito Elio in tutte le escursioni sanremesi, fin dalla Terra dei cachi. Chiamarmi due giorni dopo l’uscita del cast era presto per avere certezze sulla mia presenza. Le telefonate degli artisti arrivano dopo un po’. Anzi per la precisione mi è arrivata la chiamata anche di una ragazza nella sezione Giovani. Mi ha cercato e la seguirò volentieri'.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS